X
Nome
E-Mail
Oggetto
limite : 

Tao: Terapia Anticoagulante Orale

Tao: Terapia Anticoagulante Orale

Come funziona e cos'è la TAO

La Terapia Anticoagulante Orale, meglio nota come TAO, è utilizzata per il rallentamento della coagulazione del sangue in   pazienti che presentano malattie venose o cardiache. Questo tipo di trattamento medico, viene utilizzato anche a scopo di prevenzione e/o trattamento di diversi stati tromboembolici.

 

Tao: Terapia Anticoagulante Orale

Cos'è la TAO

In alcune condizioni particolari, possono formarsi dei piccoli coaguli di sangue, i trombi. Questi coaguli staccandosi dalle pareti venose iniziano a muoversi nel flusso sanguigno raggiungendo anche i vasi più piccoli. Quando ciò avviene, i vasi vengono ostruiti e possono verificarsi embolia polmonare, ictus cerebrale ischemico e trombosi venose

La TAO ha come scopo primario quello di monitorare, attraverso la terapia farmacologica, la coagulazione del sangue. La terapia può essere reversibile, ciò sta a significare che il dosaggio viene bilanciato per garantire la massima protezione dagli stati tromboebolici ed allo stesso tempo avere il rischio più basso di emorragia.

 

Quando Viene Consigliata la Terapia Anticoagulante Orale 

La Tao viene consigliata a tutti quei pazienti che soffrono di:

  • Embolia Polmonare
  • Trombosi Venosa Profonda
  • Fibrillazione Atriale
  • Impianto di Protesi Valvolari Cardiache

INR: cos'è il Rapporto Internazionale Normalizzato e Come si Misura

Per valutare il livello di coagulazione del sangue è necessario eseguire un semplice prelievo venoso e quantificare il Tempo di Protrombina, ovvero il tempo necessario per l'arresto del sangue in caso di emorragia. L'INR (International - Normalized - Ratio) consente l'espressione di questo indice in modo univoco ed uniforme e pertanto valutabile da qualsiasi medico, indipendentemente dal laboratorio che ha effettuato le analisi, nei pazienti in trattamento con anticoagulanti.

Le linee guida internazionali prevedono per i pazienti in trattamento con TAO di mantenere il valore INR compreso tra 2 e 3,5. Per chi non assume farmaci anticoagulanti, il valore INR dovrebbe essere fra gli 0,8 e 1.1.

Gli Anticoagulanti Orali

Anche chiamati dicumarolici per via della sostanza da cui derivano, gli anticoagulanti orali sono farmaci in grado di modificare la coagulazione del sangue "fluidificandolo" e prevenendo in questo modo la formazione di trombi nei pazienti che, per altre patologie, corrono questo rischio. Il principio attivo più utilizzato è il Warfarin, in commercio conosciuto come Coumadin 5 mg, Acenocumarolo, Sintrom 1 mg oppure Sintrom 4 mg. Questi farmaci da un lato impediscono la formazione dei trombi, ma da un altro, espongono chi ne fa uso ad un aumentato rischio di emorragia; pertanto è di fondamentale importanza che i pazienti in TAO siano strettamente controllati dal proprio medico.

 

Quanto Dosaggio Occorre?

Ogni paziente per rientrare nel livello adeguato di coagulazione, ed in funzione della propria patologia, necessita una dose personalizzata del farmaco anticoagulante. I farmaci anticoagulanti non possono essere dati ad un dosaggio fisso, l'effetto del medicinale è strettamente influenzato dalla sensibilità del paziente che lo assume. Ci sono inoltre diversi fattori che influiscono sul farmaco anticoagulante: le abitudini alimentari, le interazioni con altri farmaci, le malattie del paziente e molto altro. 

 

Come Funzionano?

L'azione degli anticoagulanti è basata sull'interferenza con l'attivazione di alcune sostanze (i fattori della coagulazione) che servono per formare un coagulo; queste infatti per essere attivate hanno bisogno della Vitamina K. I farmaci anticoagulanti inibiscono l'azione della Vitamina K e dunque rendono il sangue meno coagulabile, più "fluido".  

Possiamo semplificare affermando che vi è antagonismo fra Dicumarolici e Vitamina K, e che questa può essere usata come "antidoto" in caso di alte dosi di anticiagulanti. La Vitamina K viene in parte assunta attraverso il cibo ed in parte prodotta nell'intestino.  I cibi che contengono la Vitamina K sono soprattutto alimenti vegetali, ed una buona quantità è presente nel fegato di molti animali. Per questo risulta fondamentale seguire una dieta equilibrata nel tempo se in cura TAO, per evitare ulteriori modificazioni del dosaggio di anticoagulanti.

Dose insufficiente del farmaco 

  • sangue troppo denso
  • rischio di trombosi

Dose eccessiva del farmaco

  • sangue troppo fluido
  • rischio di emorragia

Dose ottimale del farmaco

  • sangue fluido
  • prevenzione della trombosi senza rischio emorragie

Può interessarti...

Può interessarti...

Farmaci utili

Farmaci utili

Vedi Commenti

Lascia un Commento
X
Titolo
Età
Sesso
Nome
NESSUN COMMENTO FINO AD ORA